Coperture vaccinali in Italia

Le coperture vaccinali costituiscono un indicatore molto utilizzato perché forniscono informazioni indispensabili per la programmazione sanitaria.

Le vaccinazioni sono un fondamentale strumento di prevenzione a disposizione della Sanità Pubblica per il controllo delle malattie infettive, la loro eliminazione o addirittura l’eradicazione a livello mondiale. I benefici prodotti dalle vaccinazioni si riflettono sia sul singolo individuo sia sulla collettività; infatti, per la maggior parte delle malattie, ottenere elevate coperture vaccinali permette di contenere la circolazione del microrganismo responsabile e conseguentemente garantisce una protezione alla comunità, anche ai non vaccinati: l’impatto sulla salute della popolazione risulta dunque notevole in termini di contenimento dei danni della malattia o delle sue complicanze (morbosità, mortalità, ricorso a cure mediche, ospedalizzazioni) e di riduzione dei costi sia diretti che indiretti.

Le malattie infettive non riconoscono confini geografici e/o politici e tutte, ma in particolare quelle prevenibili da vaccino, richiedono un approccio globale e non localistico per la loro prevenzione ed il loro controllo: le grandi battaglie dell’OMS per l’eliminazione o l’eradicazione di una malattia infettiva vengono spesso realizzate sulla base di strategie vaccinali globali. Tali strategie necessariamente richiedono l’abbattimento di barriere ideologiche e politiche, ma anche di ostacoli economici e culturali, a favore di un approccio collettivo e globale a difesa della salute delle popolazioni. Per poter esprimere la loro massima efficacia sulla popolazione la maggior parte dei vaccini deve raggiungere una adeguata copertura vaccinale. Per copertura vaccinale si intende la proporzione di soggetti vaccinati sul totale dei soggetti candidati alla vaccinazione. Le coperture vaccinali costituiscono un indicatore molto utilizzato perché forniscono informazioni indispensabili per la programmazione sanitaria; possono essere misurate attraverso sistemi informativi correnti (Anagrafi vaccinali) o con indagini campionarie ad hoc. Il monitoraggio delle coperture vaccinaliè presente tra gli obiettivi del Piano nazionale prevenzione vaccinale (Pnpv) per il triennio 2012-2014 (approvato con Intesa Stato-Regioni nella seduta del 22 febbraio 2012 e pubblicato nel supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale del 12 marzo) che rappresenta in Italia il documento di riferimento in ambito vaccinale. Attualmente i dati relativi alle attività vaccinali per il calcolo delle coperture in età pediatrica vengono inviati dalle Regioni al Ministero della salute, utilizzando un modello di rilevazione appositamente predisposto. I dati vengono poi pubblicati dal Ministero.

Consulta i dati delle coperture vaccinali

Un ulteriore strumento di cui si è dotato il Ministero della Salute per monitorare i dati di copertura delle varie Regioni Italiane è lo Studio Icona 2008 dell'Istituto Superiore di Sanità (link al documento).

Questo contenuto ti è stato utile? Grazie di aver espresso un giudizio per questo contenuto.
Condividi questa pagina: