Nuovo caso di meningite in Sardegna: l’importanza della vaccinazione

In queste prime settimane del nuovo anno si è registrato in Sardegna un nuovo caso di meningite meningococcica provocata da Meningococco Y. Ad essere protagonista di questa triste vicenda, un paziente 23enne deceduto nei giorni scorsi a Sassari. Ancor più doveroso, in questa circostanza, rimarcare l’importanza della prevenzione vaccinale.

La meningite meningococcica è subdola ed ambigua in quanto causa di una manifestazione sintomatologica le cui caratteristiche non sempre sono riconducibili alla malattia, rendendo talvolta difficile una diagnosi tempestiva ed immediata; inoltre, evolve e peggiora rapidamente, lasciando poco margine di manovra ai medici e agli operatori sanitari una volta avvenuta l’infezione. Questo è quello che è successo in questi giorni ad un giovane ragazzo di 23 anni. La diagnosi, fornita dalla Struttura Complessa di Microbiologia e Virologia della AOU di Sassari è stata immediata e precisa: meningite infettiva da Neisseria meningitidis.

La conferma è poi arrivata dalla Struttura Complessa Direzione Igiene e Controllo delle Infezioni Ospedaliere che, tramite la Struttura semplice di Epidemiologia Molecolare ha identificato come causa il sierogruppo Y. Immediata anche la profilassi antibiotica sugli operatori entrati e a contatto con il paziente e sulle persone a lui prossime. In queste circostanze, la specificità delle informazioni ottenibili attraverso un’indagine di tipo molecolare diventa di fondamentale importanza sia per la conferma della diagnosi di malattia meningococcica, con i conseguenti tempestivi interventi di profilassi da parte dei Servizi di Igiene Pubblica competenti per territorio, sia in relazione al fatto che conoscere il sierogruppo responsabile dell’infezione consente agli stessi Servizi di Igiene Pubblica di orientare i soggetti esposti verso la corretta profilassi vaccinale (Circolare 9 maggio 2017). Sono infatti a disposizione della Sanità Pubblica sia vaccini singoli contro il sierogruppo C che contro il sierogruppo B, sia vaccini multicomponenti contro i sierogruppi A-C-W135-Y. Nel caso specifico la profilassi vaccinale indicata è quella con il vaccino polisaccaridico coniugato tetravalente A-C-W135-Y, vaccino attualmente offerto gratuitamente agli adolescenti ed alle categorie a rischio e che nel prossimo futuro potrebbe sostituire quello monovalente C somministrato nell’infanzia.

Vaccinarsinsardegna.org in questa circostanza vuole informare gli utenti del fatto che la sorveglianza sanitaria persiste in modo costante e capillare su tutto il territorio regionale. E’ infatti attivata sul territorio regionale una rete in virtù della quale tutti i casi sospetti vengono segnalati ai Servizi di Igiene Pubblica in ottemperanza alla Circolare 9 maggio 2017 ed al Protocollo di Sorveglianza delle Malattie Batteriche Invasive del 10 ottobre 2017 e sottoposti ad immediato accertamento diagnostico da parte dei servizi di Microbiologia dei laboratori ai quali giungono i campioni da analizzare. Questi forniscono in tempi rapidissimi una diagnosi di specie (Meningococco) e quindi il laboratorio di Epidemiologia Molecolare della AOU di Sassari confermando la diagnosi e determinando il sierogruppo di appartenenza completa il quadro necessario per gli appropriati interventi di Sanità Pubblica. Inoltre, presso il Servizio di Promozione della Salute e Osservatorio Epidemiologico dell’Assessorato Regionale alla Sanità, diretto dal Dott. Federico Argiolas, è attivo un Tavolo Tecnico di esperti regionali che coordina le attività di sorveglianza cooperando con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), descrive la situazione epidemiologica a livello mondiale, registrando annualmente un numero di 500mila nuovi casi di meningite meningococcica provocata dai siero gruppi A, B, C, W135 e Y, di cui 50mila letali. Circa l’8-14% delle persone che contraggono l’infezione va incontro a decesso, nonostante la malattia venga diagnosticata in tempo e si riceva un trattamento appropriato. Le vaccinazioni rappresentano oggi le armi più efficaci e sicure con cui contrastare la malattia e, proprio sulla base di quanto poc’anzi descritto, Vaccinarsinsardegna.org vuole raccomandare fermamente una adesione ancor più consapevole ai programmi di immunizzazione da parte di tutta la popolazione, soprattutto in un panorama in cui strumenti di prevenzione come i vaccini rappresentano un importante e talvolta insostituibile salvavita contro l’infezione e la diffusione delle malattie infettive.

Nella Pagina “Info utili” di questo sito è possibile trovare i riferimenti per gli ambulatori vaccinali competenti per territorio.

In attesa del prossimo 24 Aprile in cui ricorre la Giornata mondiale della Meningite (World Meningitis Day), il Gruppo di Lavoro istituito per la Campagna di Comunicazione Vaccinale Regionale #iomivaccino, implementata ai fini della sensibilizzazione, informazione ed educazione della comunità in merito all’importanza delle vaccinazioni (come secondo quanto previsto dal PRP 2014-2018 – 9.1.3.3 dell’azione 3.1.3 – Realizzazione di una Campagna di Informazione – per lo “Sviluppo e potenziamento delle vaccinazioni”), continua a lavorare, con costanza e impegno, alla realizzazione di numerose iniziative rivolte ai cittadini di tutte le fasce di età, con l’obiettivo di educare e sensibilizzare la popolazione circa la prevenzione vaccinale, offrendo le basi per una scelta libera ma consapevole.

In allegato il link di un riflessivo cortometraggio (“Gli altri”) elaborato dal Comitato Nazionale Contro la Meningite in cui si sono volute rappresentare, in modo emblematico e coinvolgente, le dinamiche psicologiche che talvolta si vengono a creare di fronte al tema delle vaccinazioni e all’adesione ai programmi di immunizzazione.


*a cura di Antonella Arghittu

Manager di Gestione Vaccinarsinsardegna.org

Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari



https://youtu.be/MXApub6g8mo
Condividi questa pagina: